Rabbini

5 Nisan 5780

Scintille

I genitori sono una guida

Sappi che che i genitori sono una guida. Da tuo padre impari le cose che devi fare. Da tua madre impari chi sei.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Cambiare il mondo

Cambiare il mondo e’ un compito doppio. Portare la spiritualità  nella sfera materiale e’ la missione principale dell’uomo; elevare il mondo affinché diventi spirituale e’ quella della donna. Gli uomini, in generale, si muovono nel presente. Il futuro e coloro che lo vivranno sono nelle mani della donna.  (Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Al di là del nostro mondo

Chi studia la Kabbalà sa che, al di là del nostro mondo e di quelli degli angeli, esiste un’infinità di mondi colmi di luce divina, bellezza e unità. Sappi, però, che tutti questi mondi sono soltanto un mezzo per arrivare al fine. Ebbero tutti origine per un unico scopo: Dio desidera una dimora in questo tuo mondo materiale.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Scuse

A chi veramente importa, una buona scusa non serve ad avere la coscienza a posto. Se lo scopo prefissato non è stato raggiunto, non è stato raggiunto indipendentemente dal motivo.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

C’è sempre un’altra possibilità

L’insuccesso non esiste, c’è sempre un’altra possibilità. Credere nella sconfitta è pensare che esista qualcosa, un punto nel tempo, che non proviene da Dio stesso. Sappi che Dio non fallisce. Il peggioramento è solo una fase nel processo di miglioramento. L’unica caduta possibile è quella che porta ad un’ascesa superiore alla precedente.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Collegarci

Il vero Padrone della vita non abbandona mai questo mondo. Resta per assistere con benedizioni e consigli coloro che gli sono legati, come faceva in precedenza e ancora di più adesso. Anche chi non l’ha conosciuto nella sua esistenza terrena può creare un legame molto stretto con Lui. La sola differenza è in noi, che dobbiamo lavorare molto più duramente per collegarci a Lui.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Due cammini

Esistono due cammini: La divinità è tutto, e tutto è divinità. Quando i due sentieri convergono, là è Dio stesso.

(Il Ba’al Shem Tov)

Un limite

Tutto ha un limite, anche l’oscurità . Come e’ scritto nello Zohar: “Quando il mondo venne creato, fu fissato un limite al tempo in cui regnerà la confusione”.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Isometrie

Il mondo non ti sta ostacolando, ti sta sfidando. Sa che i suoi tesori più nascosti possono essere rivelati solo dalle facoltà più profonde del tuo spirito, per cui suscita questi poteri plasmando isometrie per l’anima.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Innalzarsi

Chi ritorna dalle tenebre deve portarsene un pò con sè e trasformarle in luce. Deve sfruttare l’esperienza per innalzarsi di volta in volta più in alto, con forza sempre maggiore. Per questo colui che torna da lontano è superiore a chi è rimasto sempre vicino. Ciò che importa non è tanto dove ti trovi, ma con quale forza ti stai muovendo e in quale direzione.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

C’è sempre speranza

C’è sempre speranza. Anche se hai combinato dei pasticci, non sei riuscito a strappare a Dio il controllo del mondo. Quando il polverone si calmerà, la tua situazione rispecchierà esattamente quanto da Lui pianificato al principio della creazione. Per questo c’è sempre speranza.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

L’uomo non è mai spiritualmente statico

Non rimanere turbato dall’ipocrisia degli altri nè dalla tua volubilità. Le nostre vite sono un viaggio attraverso valli e colline, e l’uomo non è mai spiritualmente statico. Concentrati invece sul bene che compiono, perché quello si è eterno e li unisce alla fonte di tutto il bene, Colui che è infinito e dura per sempre. Le sconfitte sono superficiali e transitorie, come le ombre delle nuvole, come le macchie su un vestito che sta per essere lavato.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Verità

Una mente acuta troverà la verità adatta a sè. Uno spirito umile, invece troverà, una verità superiore a se stesso. La verità non è proprietà esclusiva degli intellettuali, ma di coloro che sono capaci di fuggire dal proprio ego.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Sorriso gioia e scintille di Santità

Sappi che quando vedi il sorriso e la gioia sul volto di un’uomo o di una donna, allora li in quello stesso luogo sono presenti delle scintille di Santità.

(Rav David Elia Sciunnach)

Collegarsi all’infinito

In ogni istante, ciascuna attività umana è un’opportunità per collegarsi all’infinito. Ogni azione può elevare l’anima. Solo la tua volontà  si frappone, ma non appena lo desideri, sei collegato.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Tutto è connesso

Tutto ciò che esiste nel tuo mondo è connesso alla tua relazione con l’infinito. Quindi, secondo tre diverse possibilità, ogni cosa che ti accade è un mezzo per comunicare, un cammino verso la perdizione, oppure terreno neutro in attesa che tu lo trasformi. Un fatto è certo, non esisterebbe se non fosse collegato allo scopo della tua vita.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Uno specchio

Le persone sono uno specchio le une delle altre. Se vedi i difetti del prossimo e ti danno fastidio, in realtà stai osservando le tue stesse mancanze. Dobbiamo ringraziare la misericordia di Dio, perché diversamente non saremmo in grado di capire i nostri veri difetti.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Se hai fiducia

Se hai fiducia che Dio ti aiuterà, cosa sono l’ansia e l’infelicita’ che si leggono sul tuo volto? Se veramente sei fiducioso, allora festeggia!

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)