Rabbini Italiani

16 Tammuz 5779

Buone azioni

Forse penserai: “Che vale compiere buone azioni in questo mondo? Io ho ottenuto talmente poco nel regno del sacro, e allora a che cosa serve cercare di fare qualcosa di più di quel che ho fatto? Tanto vale che getti ogni cautela al vento”. Ma amico mio, è un po’ come scoprire un buco nella tasca e accorgersi che tutti i propri soldi, tranne una sola moneta, sono caduti da quel buco e oramai sono perduti. Useresti allora la stessa logica e getteresti via anche l’unica moneta rimasta? Al contrario, quel poco che hai fatto, è forse la cosa più grande che tu abbia fatto; e conta. E dovrebbe incoraggiarti a continuare a compiere buone azioni, perché ogni più piccolo atto di bontà è assai più grande di quanto tu non possa immaginare.

(Rabbì Eliahu ha-Itamrì in Shevèt Mussar cap. 45)

«

»