Rabbini

9 Tishri 5781

Saul Levi Morterra

Rabbì Saul Levi Morterra, fu uno dei maggiori Maestri sefarditi di Amsterdam nel diciassettesimo secolo. Nato a Venezia nel 1596, a vent’anni accompagnò Rav Elia Montolato, medico della corte di Francia, nel viaggio in Spagna per accompagnare la figlia del re a sposare il re di Spagna Filippo IV. Rav Montolato morì durante il viaggio; il Morterra ne accompagnò la salma alla sepoltura in Amsterdam e lì si fermò, perché la Comunità spagnola lo nominò predicatore e Maestro. Quando fu fondata l’accademia “Kéther Torà”, vi insegnò, avendo come allievi Rabbì Moshè Zacuto ed il filosofo Baruch Spinoza.

Aveva una formazione filosofica, che traspare dai suoi discorsi. Si adoperò per instillare una logica tradizionale ebraica tra i molti Marrani che tornavano all’Ebraismo. Dei suoi cinquecento discorsi ne fu stampata una cinquantina ad opera dei suoi allievi col titolo “Ghivàt Shaùl” (Amsterdam 1645). Il Morterra fu tra i Rabbini che decretarono il “chérem” (scomunica) nei confronti di Spinoza. Scrisse anche alcuni libri di carattere filosofico, ed un libro di dispute in difesa della Torà. Morì ad Amsterdam nel 1660.

«

»