Rabbini

7 Tishri 5781

Kalonimos di Roma

Rabbì Kalonimos di Roma, fu uno dei più eminenti Maestri italiani nell’undicesimo secolo. Dopo la morte di Rabbì Ya‘aqòv Ben Yakàr di Worms, fu chiamato a succedergli a capo della locale Yeshivà. Nel suo commento al trattato talmudico di Betzà (24b), Rashì ne dà la notizia come cosa recente, affermando l’esperienza di Rabbì Kalonimos negli studi talmudici. Molti suoi commenti biblici e talmudici, molti suoi responsi e decisioni normative sono riportati nei testi di Rashì, Rashbàm, Rabbénu Tam ed altri. Fu anche autore di Piyutìm, in alcuni dei quali lamenta le persecuzioni e le violenze di cui i suoi contemporanei venivano fatti oggetto. Egli stesso ne fu vittima: morì a Worms durante le persecuzioni della prima Crociata, nel 1096.

«

»