Rabbini

23 Tammuz 5780

Rivalità e competizione

Perché c’è così tanta rivalità e competizione fra parenti ed amici? Perché è possibile che essi condividano la medesima radice dell’anima, dalla quale ciascuno di essi ha reincarnato un particolare attributo irrealizzato allo scopo di metterlo in atto in questa vita. Se solo sapessero che le loro discussioni non sono che il risultato della competizione fra le anime per essere nutrite dalla stessa radice dell’anima comune, si amerebbero a vicenda e non esisterebbe più alcun conflitto.

(Rabbì Chayim Vital in Shaar ha-Ghilgulim introduzione 20 par. 6)

«

»