Rabbini

20 Tammuz 5780

Leone (Leonello) Romano

Rabbì Leone (Leonello) Romano, romano vissuto agli inizi del quattordicesimo secolo, possedeva vastissima conoscenza filosofica; scrisse alcune opere di filosofia e tradusse opere di filosofi arabi e cristiani. Fu precettore del re Roberto di Napoli, al quale insegnò tutta la Bibbia. Il suo parente ed amico ‘Immanu’èl Romano ne celebra le lodi, come pure, nel suo “Miqdàsh Me‘àt”, Rabbì Moshè Rieti. Tra le sue opere si ricordano un commento alle Cinque Meghillòt, il libro “Ha-She‘arìm”, che si occupa della profezia, ed il libro “Ben Poràt”, che è un commento al primo libro del “Yad Ha-Chazaqà” di Maimonide. Nessuno dei suoi libri fu stampato, ma se ne conoscono ancora copie manoscritte.

«

»