Rabbini

12 Tishri 5781

Chassidut

Chassidut. Filosofia chassidica. In genere gli storici dell’ebraismo sogliono distinguere tre Movimenti chassidici: il primo, risalente all’epoca della rivolta di Maccabei e del quale farebbero parte gli Esseni; il secondo sorto nella Germania e, per questo, detto Ashkenazita, durante il quale vennero composte numerose opere importanti tra cui il Sefèr ha-Chassidim  e la Merkavà; il terzo fiorito nell’Europa orientale verso la metà del secolo XVIII°, che ebbe carattere eminentemente popolare  e che pone come figura centrale lo Tzaddìk e che ha, come concetto basilare quello della Devekùt.  Quest’ultimo movimento, fiorito soprattutto in Ucraina e in Polonia dal XVIII° al XIX° secolo non ha nulla a che vedere con il Chassidismo Ashkenazita o tedesco medioevale; siamo infatti di fronte ad un nuovo Movimento fondato dal famoso mistico Israel Baàl Shem Tov “il Maestro del Santo Nome“, morto nel 1760. Oggi esistono varie branche di questa corrente di pensiero mistico fra cui la chassidut Chabàd -Lubawitch, Breslev, Gur, Vijnitz, Satmer,Tzanz …, la maggior parte di questi gruppi  prendo il nome dalle città di provenienza.

«

»