Rabbini Italiani

26 Iyar 5777

Yakòv bar Yoav Elia Fano

Rabbì Yakòv bar Yoav Elia Fano, visse a Ferrara ed ad Ancona intorno alla metà del XVI secolo.

Fu Rabbino e poeta. Fu il Maestro di Rabbì Avrahàm Portaleone (Sh’aàr Ariè).

Scrisse un poema, in forma ritmica, dal titolo “Shiltè ha-Ghibborìm” (gli scudi dei prodi), a mo’ di avvertimento ali uomini contro le donne ed una Kinà (elegia) in versi sulle persecuzioni contro gli ebrei di Ancona, pubblicata a Ferrara nel 1556; un Trattato sui Comandamenti, quale sua prima parte del suo “Petach Tikvà” (la porta della speranza) non più esistente, dal titolo “Zhoker ha-Berìt” (colui che ricorda il patto).

(bibliografia N. Pavoncello – Letteratura Ebraica in Italia 1963)

«

»