Rabbini Italiani

28 Iyar 5777

Vittorio Castiglioni

Vittorio CastiglioniRav Vittorio Castiglioni, קאסטיליוני, יצחק חיים בן משה דוד חי, nasce a Trieste il 25.03.1840.

Professore di matematica e pedagogia nella città natale, riceve la “Semikhà” con il titolo di “Chakham” nel 1861. È prima Vice-Rabbino di Trieste e poi diviene Rabbno Capo di Roma dal 1903 al 1911.

E’ noto nella nostra letteratura per aver pubblicato i lavori dei Rabbini Y. Almansi di R. Morpurgo e di Eude Lolli, di S.D. Luzzatto e di Isacco Reggio. Pubblicò inoltre anche vari documenti concernenti l’ebraismo italiano.

E’ autore anche di diversi saggi, come formulari di preghiere per i fanciulli, ma l’opera più grande che ci lascia è la traduzione con note in italiano di tutta la Mishnà. Vi sono due edizioni di quest’opera una totalmente in italiano in tre volumi, e la seconda pubblicata a Trieste nel 1933,  per Massechtòt – Trattati, con testo ebraico a fronte.

e’ forse l’ultimo della grande famiglia dei Poeti italiani. Ci ha lasciato un libro di Sonetti, in lingua ebraica, Nezhem Zahav, pubblicato a Francoforte nel 1906.

Muore a Roma il 1.08.1911.

Altre immagini

((bibliografia N. Pavoncello – Letteratura Ebraica in Italia 1963 – A. Piattelli – RMI 2012)

«

»