Rabbini Italiani

6 Tevet 5779

Quattro cerchi

Tutti e quattro gli esseri della terra (minerali, vegetali, animali e umani) sono stati posti in essere dal Santo Benedetto Egli Sia, attraverso quattro cerchi, un cerchio dentro l’altro. Ciascuno di essi possiede la propria anima e quella dell’anima che racchiude. La roccia ha un’anima minerale, il germoglio possiede sia la propria anima (vegetale) sia quella della pietra. Lo si può vedere nella realtà, quando un germoglio avvizzisce la sua anima si allontana, ma tuttavia l’anima minerale rimane dentro di esso, trasformandolo in roccia come nel legno pietrificato, o nella terra. Gli animali possiedono la propria anima, oltre a quella vegetale e a quella minerale. L’uomo comprende le anime delle altre tre categorie.

(Pitchè Shearim 10b)

«

»