Rabbini Italiani

28 Iyar 5777

Isaia (Yeshayà) da Trani (il Giovane)

Rabbì Isaia (Yeshayà) di Elihau  da Trani (il Giovane), nacque alla fine nel XIII secolo.

Figlio di una figlia di Rabbì Isaia (Yeshayà) da Trani il Vecchio, fu da suo nonno riconosciuto come suo successore e continuatore, e tale fu realmente. 

Il suo libro più importante, “Piskè Halakhòt”, che segue in buona parte la scuola di Rabbì Itzchàk Fassi, parti del quale sono stampate nello “Shiltè ha-Ghibborìm” e nel “Me‘àt Devàsh” di Rabbì Davìd Sassòn (Oxford 1928), fa spesso riferimento ad una sua precedente opera, “Quntrès ha-Re’ayòt”.

Maggiore diffusione ebbe ed ha il suo commento a diversi libri profetici e degli Agiografi, raccolti recentemente in tre volumi.

Ci ha lasciato alcune composizioni liturgiche, in parte metriche, tra le quali va ricordata la “Selichà“, per la Preghiera mattutina di Yòm Kippùr – del Giorno dell’Espiazione, che inizia con le parole “Iatzitz Tzur mcharakhò ve-yashghìach mi pitchò …

«

»