Rabbini Italiani

28 Iyar 5777

Densità degli strati

Qualsiasi parvenza di assenza di Dio è dovuta esclusivamente alla densità degli strati di copertura fisica che mascherano la divina presenza in quella persona, luogo o situazione. Più la copertura che cela la divina presenza è densa per la natura profana della circostanza, più diviene difficile sperimentare la presenza del divino in quel momento o in quel luogo. Ma più ci si avvicina allo spirito, migliorando se stessi da un livello all’altro, più la propria esperienza della divina presenza si fa chiara. Allora la densità della copertura inizia poco a poco a diventare talmente sottile che si sperimenta il puro amore di sé e del Creatore.

(Rabbì Nachman di Breslaw in Likutè Moharan 33, 2)

«

»