Rabbini Italiani

15 Tammuz 5779

Aron ha-Berit

Aron ha-Berit. Letteralmente “Arca del PattoArca dell’Alleanza”. Indica il più antico oggetto di culto ebraico; è costituita da una cassa di legno di acacia, lunga 1,12 m. e larga 0,67 m. ricoperta internamente ed esternamente di una lastra d’oro puro, su cui era poggiata una lastra d’oro detta propiziatorio. Ai due lati del propiziatorio vi erano due figure di cherubini di oro puro. L’Arca, come si legge nell’Esodo (XXXV, 30 e segg.), venne costruita da un maestro artigiano della tribù di Giuda, di nome Betzalel, pochi mesi dopo che gli Ebrei erano usciti dall’Egitto. Venne inaugurata da Mosè nel Tabernacolo dell’accampamento e, da allora, venne trasportata in tutte le peregrinazioni del popolo ebraico, fino a quando ebbe sede stabile,dopo la conquista della terra di Kenaàn, nella cittadina di Shilò (Giosuè, XVIII, 1). Nel primo Tempio Essa era collocata sulla Evèn ha-Shetià Pietra di Fondamento su cui fu creato il Mondoma, dopo la distruzione del Tempio avvenuta nel 587 a.e.v., fu nascosta e lo rimarrà fino all’avvento del Messia.

«

»