Rabbini Italiani

7 Tevet 5779

Scintille

La preghiera

Sappi che in ogni strada puoi trovare Dio ed unitri a Lui, ma la più completa e la più pura di tutte è la Preghiera. Questo perchè essa, può esprimersi con il canto, con la supplica, con il pianto, con le grida, ma anche con il profondo silenzio.

(Rav David E. Sciunnach)

Unità tra opposti

Ci sono tre modi per portare unità tra due opposti. Il primo è introdurre un potere che trascende entrambi e davanti al quale capitolino completamente.  In questo modo regna la pace tra loro perché tutte e due si trovano sotto l’influenza della stessa forza, mai il loro essere non è sereno, viene semplicemente ignorato. Il secondo metodo è trovare un terreno comune dove i due si incontrino. Lì, in quel terreno comune, c’è la pace. Al di fuori di ciò, però, essi rimangono distanti e separati. Il terzo modo è rivelare che l’essenza di entrambi, sotto ogni aspetto, non è altro che una e unica.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Un ponte

Gli animali non osservano le stelle e gli angeli non possono evadere dai confini dello spirito. Tuttavia l’uomo è il ponte di Dio tra il cielo e la terra. Il corpo è creato con la polvere, ma l’anima è parte dell’essenza stessa di Dio. Noi soli possiamo osservare la realtà fisica e scoprirvi la bellezza spirituale. Noi che siamo al di là sia del cielo che della terra, sia nella forma che nella materia, sia dello spirito che del corpo, solo noi possiamo fondere il tutto.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Il viaggio

Ogni viaggio della tua vita devi essere nel posto in cui ti ritrovi. È  probabile che tu sia soltanto di passaggio verso un luogo apparentemente più importante. Ciò nonostante, esiste perché ti trovi proprio adesso in quel posto.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Oltre l’intelletto

La nostra mente non è altro che una creazione, il capriccio di un Creatore che la formò dal nulla. Per avvicinarsi a Colui che ha creato l’intelletto, bisogna possedere un senso che si colloca oltre l’intelletto e l’ego, un senso che chiamiamo emunà, da molti tradotto come fede. In realtà, la emunà non ignora l’intelletto, semplicemente lo oltrepassa.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)

Ovunque ti trovi vi è qualcosada scoprire

Sappi che ovunque ti trovi vi è qualcosa da scoprire e da trovare. Guarda bene a fondo, non solo superficialmente, e potrai trovare dei grandi tesori posti prorio lì dinnanzi a te.

(Rav David E. Sciunnach)

La preghiera

Che ciascuno gridi a Dio e sollevi il suo cuore a Lui, come se fosse sospeso a un capello e la tempesta ringhiasse sino al cuore del cielo, al punto che egli non sappia più che fare e non abbia quasi più tempo per gridare. E in effetti non c’è più per lui alcun consiglio né rifugio, se non di appartarsi e di alzare gli occhi e il cuore a Dio, e gridare a Lui. Si faccia questo in ogni tempo, poiché l’uomo nel mondo è in grande pericolo.

(Rabbì Nachman di Breslaw)

Chi non sbaglia

Esistono solamente due entità che non sbagliano mai: il primo è il Santo Benedetto Egli Sia, il secondo è l’uomo che non agisce e non fa nulla per timore di sbagliare. Non temere di sbagliare, solo attraverso l’errore si può migliorare. Errare è umano. Ma sopratutto sbagliando s’impara. L’importante è agire sempre con animo e cuore puro.

(Rav David E. Sciunnach)

La misericordia di Dio

Se porrai attenzione alla misericordia di Dio, potrai vedere che, anche nei momenti di grande sofferenza e difficoltà Egli è compassionevoli nei riguardi delle Sue creature.

(Rabbi Nachman di Breslaw in perle di saggezza)

Le sue stesse parole

Gran parte delle sofferenze e delle difficoltà che un’uomo incontra nella vita provengono a causa delle sue stesse parole.

(Rabbì Nachman di Breslaw in Perle di Saggezza)

Dove vive Dio?

Una volta il grande Rabbì Menachem Mendel di Kotzk domando a degli eruditi suoi ospiti: Dove vive Dio? Essi risero e dissero: Cosa state dicendo, il mondo è pieno della sua magnificenza! Egli rispose alla sua stessa domanda: Dio vive dove lo si fa entrare.

Ci si riflette

Come il viso si riflette nell’acqua, così il cuore dell’uomo si riflette nell’uomo.

(Proverbi 27, 19)

La manina

“Ahimè, il mondo è pieno di luci e segreti potenti, ma l’uomo li blocca con la sua manina”.

(Rabbì Nachman di Breslaw a nome del suo avo il Baal Shem Tov)

Due lingue

Vi sono uomini in grado di dire le parole della preghiera in verità, cosicché esse luccicano come gemme. Ve ne sono altri le cui parole sono solo delle finestre che non hanno luce di per sé ma fanno solo entrare la luce e ne risplendono.

(Rabbì Nachman di Breslaw)

In segreto

Vi sono uomini che non hanno alcun dominio apertamente: tuttavia in segreto governano la generazione.

(Rabbì Nachman di Breslaw)

Tra uomini

Vi sono uomini che soffrono pene tremende e non possono raccontare ciò che hanno nel cuore e così vanno avanti, colmi di pena. Ma se uno va loro incontro con espressione gaia, questi li può ravvivare con la sua gioia. E non è cosa da poco: ravvivare un uomo. (Rabbi Nachman di Breslaw)

Esilio

Non siamo noi a dover essere portati fuori dall’esilio: piuttosto, è l’esilio a dover essere portato fuori da noi.

(Il Rebbe Menachem Mendel Schneerson)